1° Fase – Foro Pilota

2° Fase – Pre-alesaggio

3° Fase – Tiro-Posa Condotta

Directional Drilling

Detto anche Perforazione Orizzontale Controllata o Horizontal Directional Drilling (HDD) e nota anche sotto altri nomi come Trivellazione Orizzontale Controllata (T.O.C.) o Trivellazione Orizzontale Teleguidata (T.O.T.) o anche Perforazione Teleguidata o Perforazione Direzionale. E’ una tecnologia di perforazione con controllo attivo della traiettoria.
Le tubazioni o i cavi vengono installati per tiro all’interno di un preforo opportunamente allargato mediante uno o più passaggi di alesatura, a partire da un foro pilota di piccolo diametro che viene realizzato guidando con precisione centimetrica una punta di perforazione nel sottosuolo. Mediante Directional Drilling si possono fare installazioni in qualunque tipo di terreno o roccia.

Tecnologia Toc

Questa tecnologia consiste nella realizzazione di un foro pilota di piccolo diametro da una sponda all’altra del fiume, per mezzo di una sonda di perforazione molto simile a quelle utilizzate per lo scavo dei pozzi petroliferi. Tale sonda viene infissa nel terreno in corrispondenza del punto di inizio della perforazione e, successivamente, viene fatta avanzare lungo l’asse del progetto, controllando passo passo la posizione con un’opportuna strumentazione elettronica, fino alla sua fuoriuscita dalla sponda opposta del fiume. Completato il foro pilota, lo stesso viene allargato in fasi successive per mezzo di alesatori fino al raggiungimento del diametro necessario a contenere la condotta.
Durante le fasi di trivellazione, di alesatura e di tiro della condotta, vengono usati fanghi di perforazione di densità opportunamente studiata in funzione del terreno da attraversare che mantengono stabile il foro per il tempo necessario al varo della condotta.
La sempre più affidabile strumentazione utilizzata per il controllo direzionale ha consentito una precisione millimetrica nella realizzazione dei fori pilota, centrando esattamente, con la sonda di perforazione, il picchetto posto sul punto di arrivo. Questa tecnologia viene utilizzata da Snam Rete Gas sin dal 1982. E’ sempre più diffusa per la posa di condotte e cavi ed al tempo stesso risulta economicamente competitiva rispetto sia alle tecnologie di scavo tradizionali a cielo aperto che alle altre tecnologie trenchless.

Schemi di progetti realizzati: Impianti di irrigazione

Parco Olevano Romano – Roma

Villa Lais – Roma

Campo di calcio